Condizionatori, le funzioni nei migliori modellli

di | 24 febbraio 2020

Non è vero, come pensa qualcuno, che i condizionatori sono utili solo d’inverno per riscaldare casa, laddove non arriva o non è sufficiente il riscaldamento a gas o a metano. In realtà, i condizionatori sono utili tutto l’anno, proprio perché non sono fatti soltanto per riscaldare, ma anche per rinfrescare l’aria quando l’afa si fa sentire. Una corretta ventilazione è alla base del buon funzionamento di ogni condizionatore, da cui dipende in particolare la capacità di rinfrescare l’aria, in questo senso i migliori modelli dispongono di un menu di programmi selezionabili da un telecomando per dosare il getto d’aria. Ma è d’inverno che il condizionatore dà il meglio di sé riscaldando ambienti freddi e umidi. Imparare a regolare al meglio il climatizzatore aiuterà a tenere fuori dalla porta i malanni e a non intaccare il portafogli, perché una gestione razionale della temperatura è il giusto compromesso fra comfort, benessere e bassi consumi.

In questo senso, può essere utile attivare la funzione ‘sleep’ presente nei migliori modelli che riduce in automatico la temperatura o la ventilazione e, di conseguenza, la rumorosità dell’apparecchio soprattutto di notte o, indifferentemente, quando si riposa. Diversamente, l’opzione ‘Turbo’ montata dai climatizzatori più evoluti mette in moto la ventilazione ai massimi livelli, determinando però un’impennata dei decibel. Basilare il timer, che consentirà di tenere acceso il dispositivo per tot tempo, perfetto soprattutto se si è fuori casa per lavoro o per una vacanza. In tal caso, il condizionatore si attiverà al momento opportuno, in quanto pre-impostato o gestito da remoto quando si è fuori casa e si vuole programmare il migliore dei rientri.

Per quanto riguarda i consumi i condizionatori sono apparecchi piuttosto esigenti, dipende poi molto dall’uso che se ne fa, se continuativo o saltuario, nel caso si debbano usare con ritmi ‘no stop’ è sempre consigliabile arginare i picchi e gli sprechi energetici scegliendo un modello in classe A. Ma oggi è possibile risparmiare fino al 30 per cento dei consumi acquistando un modello di condizionatore Inverter che consente il raggiungimento di temperature e ventilazioni ottimali in breve tempo, consumando molto meno dal punto di vista energetico. In alcuni dispositivi evoluti sono presenti anche le opzioni ‘Low Voltage Startup’ per consentire lo start graduale dell’apparecchio.