Interfono per moto, principali differenze da modello a modello

di | 21 febbraio 2020

I nuovi interfoni moto hanno funzionalità fino a ieri insospettabili, come i modelli che presentano software in aggiornamento rilasciati dai produttori direttamente dal loro website, da scaricare collegandoli al pc mediante cavetto Usb. Ma non è la sola novità che rende ancora più versatili questi strumenti che migliorano la comunicazione in viaggio senza deconcentrare o distogliere dalla guida il motociclista. L’interfono moto interpreta la voglia di restare connessi con gli altri anche durante l’esperienza di viaggio, ma offre nel contempo anche altre funzionalità, come la connessione al lettore Mp3 per ascolti musicali, allo smartphone per effettuare o ricevere chiamate, in connessione con il Gps per le indicazioni stradali o in combinata con altri analoghi dispositivi montati dai compagni di viaggio per conversare e scambiarsi informazioni. Per approfondire la conoscenza di questi dispositivi si può accedere alla sezione faq sugli interfoni per moto.

Fino a ieri comunicare in corsa con il passeggero era quasi impossibile, il vento, i rumori e altre interferenze esterne lo impedivano o lo rendevano pericoloso per il rischio di distrazioni. L’interfono serve a questo e a molto altro, creando un ponte che permette a chi viaggia di interagire sia con il passeggero e gli altri motociclisti che con altri interlocutori al telefono, dandosi anche una tregua se si vuole staccare la spina per un po’ e concedersi qualche pausa musicale o ascoltare la radio in santa pace anche per carpire aggiornamenti e info di servizio e sul traffico in riferimento al tratto che ci si trova a percorrere.  

Il miglior interfono moto non è quello che costa di più ma quello che meglio di ogni altro ci calza addosso, per temperamento e funzionalità. Ad esempio, non avrebbe senso comprare un Bluetooth, che costa un botto, se si è soliti viaggiare da soli perché sappiamo che questa tipologia di interfono si avvale di una tecnologia pensata per far comunicare gruppi di centauri o pilota e passeggero fra di loro. Si rischia di sbagliare acquisto anche se non si valuta prima la compatibilità dell’interfono con il casco in nostro possesso, in quanto non tutti sono compatibili. La varietà dei modelli in commercio spazia da articoli provvisti di maxi tasti ad altri dotati di soli comandi a voce, i più tecnologici si gestiscono da remoto tramite comandi allocati sul manubrio.